Gastronomia

UN PICCOLO PARADISO TRA LAGO E MONTAGNA

LAGO D’IDRO E GASTRONOMIA

LAGO D’IDRO E GASTRONOMIA

Il lago d’Idro è anche tradizione e gastronomia con trattorie, ristoranti tipici e prodotti locali come salumi, formaggi, pesce di lago e di fiume e la selvaggina.

Per gli amanti della buona cucina nostrana, un soggiorno al lago d’Idro diventa indimenticabile.

Gli operatori turistici sanno consigliare ai loro ospiti le trattorie più apprezzate della zona, tutte a conduzione famigliare dove, dal nipote alla nonna, ognuno si adopera per far sì che il pasto si trasformi in un’unica ed irripetibile occasione per conoscere la genuina e semplice ospitalità locale contornata da un’atmosfera di goliardia e spensieratezza.

Il tutto logicamente accompagnato da una cucina ricca di tradizioni che sa soddisfare anche i palati più esigenti.

Lago d'Idro e Gastronomia - Formaggio Bagòss

FORMAGGIO BAGÒSS

Il Bagòss è il formaggio tipico di Bagolino, un piccolo paese di montagna incastonato al centro delle Alpi italiane.

Anzi il Bagòss è qualcosa di più del formaggio di Bagolino, il Bagòss rappresenta l’anima stessa del paese e della sua gente.

Infatti il Bagòss è il nome con il quale gli abitanti di Bagolino indicano sé stessi nel dialetto locale.

Il Bagòss è un formaggio tipico di montagna prodotto secondo metodi di produzione tradizionali praticati da secoli.

Il Bagòss autentico è prodotto solo a Bagolino in 28 piccole aziende dove gli allevatori producono il Bagòss con l’aiuto delle loro famiglie.

Tutte le mandrie vengono portale all’alpeggio durante la stagione estiva.

Bagolino ha un territorio ampio, consistente principalmente in monti dove sono locali 22 differenti alpeggi utilizzati dagli allevatori.

Lago d'Idro e Gastronomia - Malfatti al Bagòss

MALFATTI AL BAGÒSS

Malfatti al formaggio Bagòss, noti anche fuori provincia come strangolapreti o strozzapreti, sono un tipico piatto di origine povera che si ritrova con molte varianti nella cucina di buona parte dell’arco alpino.

Nasce da ingredienti di raccolta come le erbe selvatiche, e di recupero, come il pane raffermo, arricchiti con tutta la gamma della produzione lattiero casearia tipica della malga e quindi con il latte, il burro e il formaggio Bagòss.

Nella versione bresciana il formaggio protagonista non può che essere il Bagòss, il più famoso e prezioso dei formaggi bresciani, originario di Bagolino, paese valsabbino ancora oggi fuori dalla portata delle strade principali, famoso per il suo carnevale e, appunto, per il suo formaggio.

La ricetta originale prevede l’uso dello spinacio selvatico, ma dato che non è così facile trovarlo, sostituitelo senza pensieri con semplici spinaci.

Lago d'Idro e Gastronomia - Spiedo Bresciano

SPIEDO BRESCIANO

Lo Spiedo Bresciano è un piatto italiano, tipico della provincia di Brescia.

La ricetta originale dello Spiedo Bresciano è totalmente a base di carne, fatto salvo per alcune eccezioni come le patate e le foglie di salvia di provenienza locale che si usa mettere tra un pezzo e l’altro per dare quel tocco pungente al sapore della carne.

Nonostante i dettagli della ricetta varino in base alla zona e alla tradizione di ogni famiglia, le caratteristiche principali sono ben definite: il piatto è costituito da pezzi di carne di vario tipo quale lonza o coppa suinacosce, petto o ali di pollo, coniglio e patate infilzati su lunghi spiedi, localmente detti ranfie, e messi a cuocere a fuoco molto lento in appositi forni rotanti per diverse ore, condendoli con abbondante burro nostrano fuso, salvia, quadratini di lardo[2]sale e altri aromi.

Il piatto viene tradizionalmente accompagnato da polentainsalata.

Lago d'Idro e Gastronomia - Farina Gialla di Storo e Polenta

FARINA GIALLA DI STORO E POLENTA

Tra i prodotti tipici più conosciuti del Trentino c’è sicuramente la farina gialla di Storo, grazie al quale è possibile cucinare la non meno conosciuta Polenta di Storo.

La farina gialla di Storo viene prodotta dal grano “Marano” che viene coltivato rispettando i cicli della natura, senza alcuna forzatura agronomica, e poi macinato nel mulino di Storo.

Una farina, quella di Storo, facilmente riconoscibile anche nel colore, dovuto alla colorazione dei chicchi delle sue pannocchie che tendono al rosso, e facilmente digeribile.

L’utilizzo della farina gialla di Storo non si limita però alle classiche polente quali ad esempio quella carbonera, Macafana e concia, ma spaziano anche tra gustosi antipasti e dessert.

LAGO D’IDRO E MONTAGNA

GLI ANTICHI SAPORI

SCOPRI I NOSTRI PRODOTTI